Home / Culture & Media / L’artigianato marocchino , ospite d’onore a Libreville

L’artigianato marocchino , ospite d’onore a Libreville

stato aperto ieri Giovedi a Libreville la Settimana dell’artigianato marocchino, su iniziativa del Ministero dell’Artigianato e l’Economia Sociale e della Solidarietà e la Casa dell’artigiano, in collaborazione con l’Ambasciata del Marocco Gabon.

La manifestazione, che si estende fino al 6 settembre, vuole un quadro di scambio, di condivisione e di scoperta. Lei viene a rafforzare ulteriormente il partenariato strategico tra il Marocco e il Gabon, promuovere il commercio tra i due paesi e contribuire alla divulgazione della cultura, della moda e dell’artigianato marocchino.

L’organizzazione di questo evento viene dopo la firma, nel giugno di un memorandum d’intesa nel settore dell’artigianato e dell’economia sociale, in occasione della visita di SM il Re Mohammed VI a Libreville.

Questo memorandum è destinato a incoraggiare le esportazioni e commercializzazione di prodotti dell’economia sociale in entrambi i paesi, e facilitare la partecipazione di artigiani e operatori dell’economia sociale di eventi commerciali e promozionali organizzati i due paesi.

Parlando alla cerimonia di apertura della manifestazione, il Direttore Generale della Maison de l’artigiano, Abdellah Adnani, ha detto che l’artigianato e l’economia sociale rimane uno degli assi alla base la collaborazione esemplare tra il Marocco e il Gabon.

Il settore dell’artigianato marocchino ha un decennio di una strategia chiamata ‘Vision 2015’, che ha coinvolto l’elevato contenuto culturale mestiere, ha aggiunto il signor Adnani, farlo attraverso l’impegno professionisti, diversi obiettivi della tabella di marcia sono state superate e gli altri sono sulla buona strada.

Così, ha detto, il fatturato generato dal settore è passato da 1,04 miliardi di euro nel 2007 a 2.180 milioni a fine 2014, con un valore aggiunto di 670 € aggiunto di euro, e il numero di PMI è di circa 800 unità, mentre l’obiettivo era solo 200-300.

Per quanto riguarda il numero di posti di lavoro creati, alla fine del 2014, è dell’ordine di 63.000 posti di lavoro, e piani di sviluppo artigianato regionale ora copre tutte le regioni.

Attualmente, ha detto, il Marocco sta lavorando allo sviluppo di una nuova strategia che riguarderà tutti i componenti del settore, vale a dire l’artigianato e servizi alla produzione e artigianato e coinvolgerà 2,3 milioni di artigiani di tutto il territorio.

La varietà e la ricchezza del settore dell’economia sociale, cambiando, anche affronteranno nuovi orizzonti per la cooperazione.

‘La condivisione delle esperienze tra i nostri due paesi amici, come pure nel campo dell’artigianato in materia di economia sociale e solidale arricchirà nostri rispettivi piani di azione e di andare avanti insieme per un ulteriore sviluppo e stato di avanzamento dei lavori che le nostre due rispettive nazioni, da qui l’importanza che attribuiamo a questi eventi la cui importanza economica è strettamente legata al nostro comune desiderio di rafforzare tale cooperazione tanto successo e così costruttivo come s ‘ è un settore che riflette la nostra storia, la nostra cultura e persino il nostro modo di vita, ” ha detto.

La cerimonia di apertura è stata caratterizzata dalla presenza dell’Ambasciatore del Marocco a Libreville, Ali Bojji, una serie di funzionari del Gabon, tra cui rappresentanti della presidenza del Gabon, diplomatici e membri della comunità marocchina stabilita Gabon.

Gli ospiti hanno visitato, in questa occasione, i vari stand che mettono in risalto i prodotti di artigianato marocchino, il tappeto di candele d’arte, attraverso il cuoio, legno, gioielli, arredamento, abbigliamento e prodotti locali.

La serata, impreziosita dalla disposizione delle truppe Gnawa e musica popolare, è stata coronata da una parata di caftano marocchino

About admin

Check Also

Su Rai3 la storia del primo Avvocato Marocchino in Italia Kaoutar Badrane

Da : Mohamed Badrane   Prima donna marocchina a laureari in Legge e esercitare tramite …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *